SANITA'

Noto, il Consiglio: «Mantenere tutti i reparti dell'ospedale»

di

Approvata all’unanimità una mozione contro il piano di riordino varato dalla Regione. Veneziano: «Coinvolgere gli altri centri», la giunta: sì all’integrazione

noto, ospedale, trigona, Siracusa, Politica

NOTO. Confusione, solo confusione. Tanta confusione. Non c'è stata la passerella del recente passato, è vero, ma la discussione sulla mai risolta vicenda della sanità pubblica nell'estremo lembo della provincia di Siracusa, con al centro l'antica questione dei due ospedali di Avola e Noto da riqualificare, è rimasta esiliata negli angusti limiti cittadini.

In buona sostanza nella sala «Gagliardi» di Noto, nella giornata che avrebbe dovuto porre al centro della discussione la rimodulazione della rete ospedaliera con l'approvazione della mozione d'impegno, mancavano i rappresentanti politici degli altri centri della zona sud della provincia. Una seduta aperta dell’assemblea municipale, voluta dai consiglieri Pippo Bosco, Salvo Cutrali, Daniele Pagano e Salvo Veneziano, che ha riportato all'attenzione vecchi e superati argomenti, tutti legati ai diversi momenti politici che durante l'ultimo ventennio hanno generato scelte oggi alla base del conflitto tra Noto e Avola.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati