augusta, ospedale, sanità, Siracusa, Cronaca
I DISAGI

Augusta, polemiche sull'ospedale: "Struttura da terzo mondo"

A dirlo è il parlamentare regionale, Pippo Gennuso

AUGUSTA. «L'ospedale 'Muscatellò di Augusta non garantisce l'assistenza ai cittadini. È un nosocomio nel caos e ci sono forti responsabilità da parte dei vertici dell'Asp di Siracusa e del governo della Regione». A denunciare disagi che coinvolgono non soltanto i cittadini, ma anche il personale medico e gli infermieri, è il parlamentare regionale, Pippo Gennuso.

«Ci troviamo di fronte ad un ospedale da terzo mondo - aggiunge -, dove il reparto di Medicina scoppia e non riesce più a far fronte ai continui ricoveri per mancanza di posti letto negli altri reparti. Siamo al paradosso perchè pazienti colpiti da ictus o ischemia, vengono sistemati in Medicina. Ma la dimostrazione che questo governo della Regione nell'ambito della Sanità è carente, sta pure nel fatto che due anni fa furono assunti 5 medici destinati al 'Muscatellò per aprire il reparto di neurochirurgia. È tutto pronto, ma la struttura che dovrà avere 10 posti letto, non viene inspiegabilmente aperta. Su questa vicenda alla ripresa dei lavori d'Aula presenterò un' interrogazione parlamentare all'assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino».  Per Pippo Gennuso ci sono anche altre criticità all'ospedale «Muscatello». «L'11 gennaio scorso furono chiuse le sale operatorie - dice Gennuso - e il direttore generale garantì che in breve tempo sarebbero stati effettuati i lavori di ristrutturazione. Se si dovesse procedere a rallenty, così come sta avvenendo, ci vorranno altri sei mesi prima di avere le sale operatorie agibili».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati