CARABINIERI

Tre lavoratori in nero scoperti nel Siracusano

SIRACUSA. Le ispezioni dei carabinieri in tre cantieri edili, in esercizi commerciali e in uno studio medico hanno portato alla scoperta di lavoratori in nero: uno sui tre presenti nel cantiere; una su due nello studio medico e
altri nei negozi.  In due casi è stata disposta la sospensione dell'attività, revocata dopo il pagamento di 3.900 euro a titolo di somma aggiuntiva, alla quale seguirà la contestazione della sanzione amministrativa che può arrivare fino a 15.600 euro per ogni lavoratore occupato in nero.

Le indagini, su disposizione di Marcello Burti, della Direzione territoriale del lavoro, e del colonnello Mauro Perdichizzi, comandante provinciale dei carabinieri, puntano a mantenere alta l'attenzione sulle norme di tutela del lavoro. I militari hanno accertato che in un supermercato e in un negozio venivano utilizzati impianti di registrazione video senza autorizzazione e i dipendenti erano illecitamente sorvegliati: i due titolari sono stati denunciati. Infine, per truffa aggravata sono stati denunciati i due soci titolari di un panificio che avrebbero trattenuto a una dipendente l'indennità di maternità,
pur essendo stata corrisposta dall'Inps.

I controlli sono stati effttuati dai carabinieri della Direzione Territoriale del Lavoro di Siracusa.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook