TRIBUNALE

Noto, fucilate al portone della ex: condannato

di
Accusato dei reati di stalking, ma anche di violenza e resistenza a pubblico ufficiale: il giudice monocratico ha inflitto tre anni a Salvatore Franco

NOTO. Una condanna a tre anni di reclusione è stata inflitta dal giudice monocratico Vincenzo Panebianco a un uomo, Salvatore Franco, 29 anni, arrestato il 16 settembre dello scorso anno con le accuse di detenzione illegale d'arma da fuoco, minaccia aggravata, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, violazione della sorveglianza speciale e atti persecutori. Con la stessa sentenza, applicata a conclusione del processo celebrato con rito ordinario, il giudice ha inflitto all'imputato una pena pecuniaria di 3.500 euro.

Secondo quanto ricostruito dalla magistratura, l'uomo si sarebbe reso responsabile dell'esplosione di alcuni colpi d'arma da fuoco contro il portone d'ingresso dell'abitazione di una donna con la quale aveva interrotto da poco una relazione sentimentale. Un comportamento che sarebbe arrivato al culmine di una serie di atteggiamenti fortemente persecutori nei confronti della vittima che pure più volte aveva cercato di allontanare con le buone l'imputato invitandolo a desistere dal tenere una condotta così persecutoria.
Quando gli agenti del commissariato di polizia di Noto si sono recati nell'abitazione di Salvatore Franco, individuato come il presunto autore dell'intimidazione, questi si è rivoltato contro profferendo minacce e insulti nei confronti degli agenti e cercando alla fine una via di fuga.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X