ELEZIONI

Voto blindato a Rosolini, alle urne il cinquanta per cento

di

ROSOLINI. Oggi si conoscerà l’esito del primo turno della mini tornata elettorale a Rosolini che vede il ritorno al voto nelle sezioni «2» e «16». Due i possibili esiti di queste elezioni: Corrado Calvo, infatti, potrebbe già essere eletto sindaco nel caso in cui Pippo Incatasciato ottenga più suffragi, mentre si andrà al ballottaggio già fissato per il 29 e 30 marzo, nel caso in cui siano Giovanni Giuca o Pinello Gennaro a racimolare i voti necessari per superare lo stesso Incatasciato. Corrado Calvo, candidato più votato alle scorse elezioni, attende solo l’esito. Le votazioni alquanto ”anomale” hanno registrato alcuni momenti di tensione. A presidiare le due sezioni sono stati un nutrito numero di carabinieri della stazione di Rosolini, capitanati dal comandante Rosario Avila. Ad essere presente anche una pattuglia della «Digos» e non sono mancate le segnalazioni di possibili irregolarità. Proprio alla Digos da uno dei candidati sono state evidenziate alcune situazioni anomale. C’è da evitare il ripetersi di casi analoghi a quelli del primo turno che hanno portato alla tornata ”bis”. Soprattutto nella sezione “16”, ubicata nel plesso scolastico «Sacro Cuore», dove nel 2013 i magistrati del tribunale di Siracusa hanno accertato che ben tre schede erano state votate senza essere state firmate dal presidente di seggio, facendo ipotizzare l’utilizzo della classica ”scheda ballerina”.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X