IL CASO

Rosolini, «ganasce» fiscali alle auto del Comune

di
Il commissario Gagliano aveva proceduto nei giorni scorsi a riconoscere la legittimità di richieste per l’ammontare di 600 mila euro

ROSOLINI. Il Comune di Rosolini non paga: due auto poste sotto “fermo amministrativo”. Ad essere interessate del provvedimento sono due auto del corpo dei vigili urbani, una Ford Fiesta e una Peugeot 206 che circa un anno fa è stata data in uso ai colleghi dell’ufficio tecnico comunale. Ad emanare l’avviso di fermo amministrativo è stata la Serit, società di riscossione che si è mossa, molto probabilmente, per alcune tasse o sentenze non pagate dal Comune di Rosolini.

Il debito accertato che ha portato alle «ganasce» fiscali per le due auto ammonterebbe a circa 400 mila euro. E non è chiaro se il provvedimento di fermo riguardi anche altri mezzi comunali, compresi gli scooter in dotazione al corpo dei vigili urbani. Degli “avvisi” erano arrivati mesi addietro ma il Comune avrebbe sempre temporeggiato e così è giunto il fermo amministrativo che impone un pagamento per poter sbloccare i mezzi comunali. Il provvedimento ha mandato su tutte le furie il commissario straordinario Filippo Gagliano che in questi giorni sta cercando di porre rimedio alla nuova situazione di disagio venutasi a creare in Comune che sicuramente non riguarda la sua gestione. Il provvedimento di fermo, infatti, è da attribuirsi a debiti accumulati negli anni passati. Anzi il commissario Gagliano, al fine di ripianare la situazione del bilancio comunale, aveva proceduto nei giorni scorsi a riconoscere la legittimità di alcuni debiti fuori bilancio dall’ammontare complessivo di 600 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X