COMUNE

Nuova giunta a Carlentini, l’Udc critica l’ingresso del Pd

di

CARLENTINI. La nascita della nuova giunta comunale di Carlentini formata da rappresentanti de Partito democratico, del Megafono e della lista civica «Città di Carlentini» ha lasciato il segno. Quindici giorni dopo l'ufficializzazione del nuovo esecutivo, gli esponenti dei partiti e movimenti che hanno vinto le elezioni criticano l’atteggiamento del sindaco Giuseppe Basso artefice, a loro dire, di aver attuato un «ribaltone politico» con l’ingresso del Pd nell’amministrazione comunale. A prendere posizione contro la scelta operata dal primo cittadino è stato l’ex consigliere comunale Alfredo Londra e componente del direttivo cittadino dell’Udc.

«Il sindaco Basso – ha detto Alfredo Londra – non ha mai convocato una riunione con i rappresentanti delle forze politiche che hanno vinto le elezioni assieme a lui, per discutere del rimpasto, del rilancio dell’azione amministrativa nè della composizione della nuova giunta. Non ha chiesto nessun consiglio né condiviso scelte. Abbiamo solamente appreso della nascita della nuova giunta che vede l’ingresso del Pd, partito questo che alle ultime elezioni aveva un candidato che è stato bocciato dall’elettorato, seppur per una manciata di voti. La coalizione del sindaco Basso è stata premiata dai carlentinesi che gli hanno chiesto di continuare a governare. Nella formazione della nuova giunta, una lista civica ha ottenuto più degli altri: due assessori all’interno dell’esecutivo, il Pd ha ottenuto due presenze con un assessore e il presidente del consiglio e gli altri che hanno vinto le elezioni sono rimasti fuori dall’esecutivo».

 

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X