MONDANITA'

Lo yacht dell’emiro a Capo Passero

di
A bordo oltre ad un equipaggio di cinquantancinque persone, ci sono solo alcuni componenti della famiglia dell'emiro

L'«Al Mirqab», il panfilo dell'emiro del Qatar, Hamad Bin Jaber Al Thani, già primo ministro del Qatar, ha fatto tappa fino a ieri a Portopalo (nella foto). L'imbarcazione, progettata nel 2008 dall'architetto inglese Tim Heywood, è rimasta ormeggiata per due giorni a ridosso di Capo Passero ed è approdata oggi al porto di La Valletta, nell'isola di Malta. La presenza del panfilo, lungo ben 133 metri, dallo scafo blu, dotato di una piscina, una sala cinema, oltre ad un settore dedicato a sauna e ristorante, oltre a 12 suite, ha richiamato l'attenzione di decine di curiosi.

«Lo yacht è stato ormeggiato per tre giorni all'Isola di Capo Passero - ha spiegato l'agente marittimo Alfredo Boccadifuoco - a bordo oltre ad un equipaggio di cinquantancinque persone, ci sono solo alcuni componenti della famiglia dell'emiro, senza di lui, che stanno svolgendo una crociera nel Mediterraneo. Non era previsto l'approdo al Porto Grande». L'emiro, proprietario insieme al figlio Tamin della squadra di calcio del Paris Saint Germain, ha fatto tappa con il suo lussuoso yacht al Porto Grande nella scorsa estate. Prima partecipando all'evento del «Cavalcade», organizzato dalla Ferrari a fine giugno, e successivamente partecipando a luglio insieme ad un consistente gruppo tra familiari ed amici al Teatro greco in occasione dell'Aida, evento inserito nell'ambito del Festival Euromediterraneo. In quell'occasione l'emiro acquistò un intero settore per consentire la partecipazione a sessantasei suoi ospiti.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook