IL CASO

La tragica fine di Eligia Ardita a Siracusa: il Comune assegna il loculo

di
Lunedì prossimo la tumulazione

SIRACUSA. È stato assegnato il loculo alla famiglia di Eligia Ardita, l’infermiera di 35 anni morta da oltre una settimana scorsa insieme alla figlia che aveva in grembo. L’amministrazione comunale, così come prevede un regolamento, ha disposto un posto al cimitero di contrada Fusco tra quelli riservati alle vittime di drammatici ed improvvisi eventi. In realtà, la salma della donna, da sabato scorso, era sistemata nell’obitorio del camposanto ed i familiari avevano protestato, appellandosi proprio a quel regolamento.

Dopo una riunione di giunta, l’amministrazione ha deciso di procedere per l’assegnazione del loculo e già lunedì prossimo avverrà la tumulazione dell’infermiera e della piccola Giulia sulle cui morti la Procura ha aperto un fascicolo di inchiesta per omicidio colposo. Nel registro degli indagati sono state iscritte tre persone, il ginecologo della trentacinquenne ed il personale del 118 intervenuto nell’appartamento di via Calatabiano dove viveva la donna insieme al marito. Ed è stato lo stesso consorte a chiedere l’intervento di un’ambulanza dopo alcuni malori avvertiti dalla moglie, che avrebbe poi vomitato ma prima di essere trasferita nel mezzo di soccorso ha dovuto attendere l’arrivo dei vigili del fuoco.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X