IGIENE URBANA

Siracusa, nuovo bando per i rifiuti:
si «rompe» il tavolo con i sindacati

La giunta vuole andare avanti nell’appalto, i lavoratori annunciano una mobilitazione

SIRACUSA. È rottura tra il Comune ed i sindacati sul nuovo bando per la raccolta dei rifiuti in città. Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fiadel, Filas e Cobas hanno annunciato la ripresa dello stato di agitazione ed un programma di scioperi che verrà stilato entro dieci giorni. La decisione è stata raggiunta ieri al termine del vertice convocato a palazzo Vermexio dal sindaco Giancarlo Garozzo, insieme al vicesindaco Francesco Italia ed all'assessore all'Ambiente, Pierpaolo Coppa, durante il quale l'amministrazione ha riconfermato il proprio no alla proposta di revoca del bando per la raccolta dei rifiuti, avanzata dai sindacati.

«Il nuovo bando è rispettoso dell'accordo quadro, firmato alla Regione nell'agosto del 2013, sulla tutela occupazionale - ha spiegato il sindaco Giancarlo Garozzo - il Comune non permetterà mai, e non poteva farlo, alcun taglio occupazionale. I lavoratori possono stare tranquilli perché il loro posto di lavoro sarà salvaguardato». Il sindaco ha anche ribadito che proprio in base al nuovo sistema di raccolta, potranno avvenire dei cambiamenti di mansione per qualche lavoratore. «Questo non mi sembra un valido motivo - ha ribadito Garozzo - per minacciare scioperi e interrompere un servizio di pubblica utilità». VI. COR. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook