RIVA FORTE GALLO

Siracusa, incendio distrugge sette barche ai cantieri navali dei calafatari

di

I militari di Ortigia hanno iniziato gli interrogatori e visioneranno i filmati delle telecamere per individuare chi ha appicato il vasto incendio

barche, calafatari, incendio, ORTIGIA, Siracusa, Cronaca

SIRACUSA. Le testimonianze e i filmati delle telecamere di videosorveglianza. È soprattutto su questi due elementi che stanno facendo leva i militari dell’Arma per cercare di capire quanto accaduto all’interno di due cantieri navali nell’area dei calafatari a Riva Forte Gallo, poco fuori dal centro storico di Ortigia. Un vasto incendio divampato sabato sera, pochi minuti dopo le 23, ha distrutto lo storico cantiere del maestro d’ascia Angelo Occaso e la struttura di Antonio Moscuzza. I due cantieri sono separati solo da una fila di transenne e le fiamme, che sarebbero probabilmente partire dal cantiere di Occaso, in poco tempo hanno avvolto imbarcazioni e attrezzature. I danni sono ingenti perché sono andate completamente distrutte sette barche, quattro nel cantiere di Occaso, ridotto in un cumulo di macerie, e tre nel cantiere di Moscuzza.

I primi a cercare di spegnere l’incendio sono stati alcuni pescatori e gli stessi titolari dei cantieri. Il rogo è stato avvistato da centinaia di persone che si trovavano nel centro storico di Ortigia per trascorrere il sabato sera. Sono subito partite decine di chiamate ai vigili del fuoco e anche i social network sono stati invasi da foto e video delle alte fiamme che hanno avvolto la storica area cittadina. Sul posto sono arrivati gli agenti delle Volanti e i carabinieri della stazione di Ortigia che hanno avviato le indagini.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati