augusta, malattia rara, Siracusa, Cronaca
AUGUSTA

Storia di Federico, quattro anni e una malattia rara

di
Il piccolo, figlio di una casalinga e di un operaio, dovrebbe essere operato negli Stato Uniti, un intervento costosissimo. Ed è scattata la corsa alla solidarietà

AUGUSTA. Federico, quattro anni e gradi occhi chiari, sorride sornione tra le braccia di mamma Barbara, nascosto da una massa di riccioli biondi. È un bambino allegro, che va all' asilo a Monte Tauro, ma che rispetto agli altri bimbi ha un problema in più che si chiama "sospetto midollo ancorato occulto", una patologia genetica rara causata da un lipoma che limita il movimento del midollo spinale mantenendolo ancorato all'interno della colonna spinale. E che potrebbe portarlo a non camminare più, a non poter correre, a non poter vivere in libertà.

Ad oggi la sua speranza si trova a New York, in un ospedale specializzato dove gli interventi all'ordine del giorno, anche se hanno costi esorbitanti che scoraggerebbero chiunque. 152.000 dollari (124.000 euro) solo per l'operazione, a cui si devono aggiungere i costi del viaggio e della permanenza in America Più tempo passa, più i sintomi possono peggiorare e più i costi andrebbero ad aumentare, secondo mamma Barbara casalinga e papà Francesco Salemi, operaio di una ditta dell'indotto industriale che, confortati anche da un medico americano hanno deciso che vogliono farlo operare, anche se in Italia e in Europa per casi come quelli di Federico si preferisce aspettare l'evolversi dei sintomi della malattia. "Il medico- raccontano- da una radiografia ha riscontrato a Federico anche una spina bifida occulta, che rende ancora più necessario l'intervento. Non vogliamo che nostro figlio arrivi al punto di non poter più camminare, di dover ricorrere al catetere e tante altre cose".

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati