AMBIENTE

Qualità dell'aria, inchiesta a Siracusa

Nell'ambito dell'inchiesta la Procura ha anche dato incarico ad alcuni consulenti tecnici di analizzare la rilevate mole di documentazione acquisita

SIRACUSA. Prosegue l'inchiesta della Procura della Repubblica di Siracusa sulla qualità dell'aria della zona industriale avviata da qualche mese e avviata dopo denunce e segnalazioni. I magistrati, come spiegato dallo stesso procuratore capo Francesco Paolo Giordano, «stanno passando al setaccio tutti i dati e documenti acquisiti dalla polizia giudiziaria in alcune aziende del Petrolchimico, la Provincia di Siracusa, l'assessorato regionale Territorio e ambiente e gli uffici del Registro tumori di Siracusa».

Nell'ambito dell'inchiesta la Procura ha anche dato incarico ad alcuni consulenti tecnici di analizzare la rilevate mole di documentazione acquisita. Il procuratore Francesco Paolao Giordano, titolare del fascicolo, ha provveduto personalmente ad ascoltare dirigenti della Provincia e dell'Arpa e a breve attende al Palazzo di giustizia funzionari della Regione e del Ministero. Inoltre «la polizia giudiziaria del Nictas dall'avvio delle indagini monitora, direttamente dagli uffici della Procura, i dati provenienti dalle centraline dislocate sul territorio, grazie all'accesso diretto al sito Ecomanager. Ciò consente non solo di verificare in tempo reale tutti i valori registrati - conclude la nota della Procura - ma anche di analizzare tutti quelli degli anni passati».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook