Avola, incidente, morta, Silvia Di Rosa, Siracusa, Cronaca
LA TRAGEDIA

Avola piange per Silvia: «Un angelo volato in cielo»

di
Saranno celebrati oggi alle 15,30 i funerali nella chiesa di Sant’Antonio Abate per la ventiduenne (nella foto presa dal suo profilo Facebook) finita con la sua auto in un burrone

AVOLA. Una morte improvvisa e prematura che ha sconvolto l'intera città di Avola, quella della ventiduenne Silvia Di Rosa, aspirante parrucchiera, deceduta nelle prime ore di sabato al pronto soccorso dell'ospedale «Di Maria» per le gravi ferite riportate dal tragico incidente stradale autonomo avvenuto qualche ora prima lungo la strada provinciale 19 Noto-Pachino, mentre alla guida di una Nissan Micra si stava dirigendo a Pachino a trovare degli amici. Sulla dinamica e le cause dell'incidente sono in corso le indagini da parte del personale della polizia scientifica del Commissariato di Noto, intervenuto la sera di venerdì sul posto assieme al personale del «118» e vigili del fuoco dopo la segnalazione arrivata dal gps installato sull'auto finita nel burrone ai lati della carreggiata.

Su Facebook anche ieri decine di messaggi di cordoglio e i ricordi che amici, conoscenti e internauti sconosciuti hanno voluto lasciare per salutare "l'angelo" dai capelli biondi e dagli occhi azzurri andato in cielo all'improvviso. Tanti a ricordare Silvia come una ragazza solare, bella e soprattutto molto umile. Ieri anche il sindaco Luca Cannata a nome dell'amministrazione comunale ha espresso il cordoglio ai familiari per l'improvvisa scomparsa della ragazza. Nella casa dei genitori nel cortile Rimini di via Milano, dove abitava anche la ragazza, ieri sono stati in tanti a voler portare conforto a mamma, papà e al fratello Carlo.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati