SCUOLE

«Le classi al freddo»: l’Ipsia di Siracusa scende in strada

di

Niente lezione ieri all’istituto professionale dopo il guasto della caldaia, gli studenti: «L’impianto deve essere sostituito. Da tempo sono inutilizzabili pure i laboratori»

freddo, ipsi, scuole, Siracusa, Cronaca

SIRACUSA. Aule al freddo all’Ipsia Calapso di via Piazza Armerina, adesso accorpato all’Alberghiero, e studenti in piazza per contestare il mancato avvio del riscaldamento. Ieri mattina in massa i ragazzi hanno disertato le lezioni e manifestato il disagio, adesso accentuato dal calo di temperatura. «Con l’arrivo del freddo - ha spiegato Giuseppe Valenti, rappresentante d’istituto - non è possibile stare in classe senza caloriferi. Da un sopralluogo effettuato dai tecnici è emerso che la caldaia è da sostituire, operazione che richiederà del tempo. Questo perché è mancata la ordinaria manutenzione della caldaia. Intanto restiamo al freddo ed inoltre senza laboratori. Da tempo infatti non è possibile frequentare le strutture, importati per la formazione di una scuola professionale, perché chiusi e non utilizzabili».

A replicare sulla vicenda è il dirigente scolastico, Giuseppa Rizzo che, nel ribadire di aver spiegato agli studenti il perché di tale situazione, assicura che si sta lavorando per ripristinare al più presto l’impianto. «La caldaia - ha detto Rizzo - che fino allo scorso anno ha funzionato, adesso è da sostituire. Del guasto ci si è accorti con qualche mese di ritardo e per questo anche i tempi di ripristino slittano. In tal senso è stato dato incarico ad una ditta che si occuperà di reperire una nuova caldaia da installare nel più breve tempo possibile».

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati