CARABINIERI

Siracusa, oltre 900 gli arresti nel 2014

di
Il comandante provinciale traccia il bilancio di un anno di attività: registrata un’impennata di furti. «Cresce il numero delle denunce per estorsione»

SIRACUSA. Sono aumentati gli arresti nell’anno che sta per chiudersi rispetto al 2013. Sono 908 le persone, contro le 737 di 12 mesi fa, che sono finite nella rete dei carabinieri ed in termini di percentuale, questo dato si traduce con un incremento del 23 per cento. Numeri che, secondo il comandante provinciale, Mauro Perdichizzi, hanno una chiave di lettura. «Questo non vuol dire – ha spiegato ieri il colonnello Mauro Perdichizzi nel corso della conferenza di ieri mattina al comando di viale Tica a cui hanno preso parte il comandante del Reparto operativo, Giovanni Palatini, il comandante della Compagnia di Siracusa, Paolo Sambataro ed il comandante del Nucleo radiomobile, Alberto Calabria - che in città ed in provincia è aumentata la delinquenza. Un dato che va letto come una presenza assai forte dei carabinieri sul territorio: sulla sicurezza, e non solo, è stato profuso uno sforzo importante. Tornando agli arresti, il comando si dimostra – ha proseguito il comandante provinciale dei carabinieri, Mauro Perdichizzi - la terza realtà in ambito regionale, collocandosi per numero complessivo dietro le province di Palermo e Catania; inoltre, dei 908 arresti ben 607 sono stati eseguiti in flagranza di reato, valore indice di un costante, capillare ed efficace controllo del territorio assicurato da 21.159 pattuglie che hanno portato all’identificazione di 141.731 persone ed al controllo di 111.239 veicoli».

Per quanto concerne gli omicidi, rispetto al 2013 se ne sono registrati di più, 5 contro i 3 dello scorso anno. Di questi, 3 si sono conclusi con l’arresto dei presunti responsabili, sui restanti, il delitto dell’ insegnante in pensione Elvira Leone, 73 anni, trovata morta il 3 aprile nella sua casa, a piazza della Repubblica, e quello di Antonino Barbaro, 67 anni, ammazzato a Francofonte il 3 novembre, ci sono ancora le indagini. Sul fronte delle estorsioni, si è registrato, stando ai numeri forniti dai carabinieri, un incremento delle denunce, seppur lieve, 63 del 2014 contro le 61 dell’anno prima. In calo le rapine, nonostante il periodo di crisi economica farebbe pensare il contrario. I militari hanno ”contato” 90 episodi mentre nel 2013 ce ne erano stati 114: in percentuale si è registrato un decremento del 21 per cento. Ma se si osservano i numeri relativi ai furti, il dato va nella direzione opposta. Ne sono stati scoperti 5623 contro i 5288 di 12 mesi prima ed anche in questo caso il comandante provinciale dei carabinieri ha una sua spiegazione del fenomeno. «Tra le tipologie di furti, rimangono stabili quelli perpetrati all’interno di abitazioni – ha detto nel corso della conferenza stampa il colonnello Mauro Perdichizzi - e di esercizi commerciali; aumentano quelli perpetrati all’interno di auto in sosta (26 per cento) e lievemente quelli di veicoli e mezzi (2 per cento). Nel settore, l’attività dell’Arma ha fatto registrare un incremento del numero di arresti e denunce pari al 4 per cento rispetto al 2013». Sono in discesa, nell’ordine del 17 per cento, le truffe (nel 2014 sono state 495 a fronte dei 595 del 2013) mentre il traffico delle sostanze stupefacenti resta sempre uno dei fronti più caldi. «Sono in aumento – ha detto il comandante provinciale dei carabinieri Mauro Perdichizzi - gli episodi di produzione, traffico e spaccio al dettaglio (+13 per cento, 180 a fronte di 161 casi nel 2013), con un incremento del numero di arresti e denunce pari all’11 per cento. Nel 2014 l’Arma ha proceduto al sequestro di quasi due tonnellate di stupefacente, in prevalenza marijuana, segnalando più di trecento assuntori, alla Prefettura di Siracusa». Un altro fenomeno in netta crescita è la cosiddetta violenza di genere, quella che vede come vittime le donne. «In recrudescenza il numero di episodi, specie durante i mesi estivi, con un netto incremento – ha detto il colonnello Perdichizzi - del numero di arresti operati dai carabinieri (46, di cui 26 per maltrattamenti e 17 per stalking) e delle denunce in stato di libertà (32, di cui 19 per maltrattamenti e 16 per stalking)».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X