SQUADRA MOBILE

Siracusa, la tentata rapina alla gioielleria: una coppia finisce in carcere

di
Formalizzate le accuse dopo il «colpo» in viale Zecchino

SIRACUSA. Sono ritenuti i responsabili della tentata rapina alla gioielleria Piccione in viale Zecchino. A finire in cella è stata una coppia, Giuseppe Mauceri, 35 anni, trasferito nel penitenziario di contrada Cavadonna, e Luisiana Adamo, 26 anni, accompagnata nel carcere femminile di piazza Lanza, a Catania. Entrambi sono stati bloccati, nella serata di lunedì, dagli agenti della Squadra mobile nei minuti successivi al colpo.

Erano in sella ad uno scooter ma per gli inquirenti è stato relativamente semplice individuarli per via del maltempo. A quell’ora e con quelle condizioni meteorologiche non c’erano in giro tanti ciclomotori, fatto sta che sono stati intercettati e poi condotti al palazzo della Questura, in viale Scala Greca, dove, al termine degli interrogatori, sono stati spiccati i provvedimenti di arresto.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook