CARABINIERI

Il furto in pizzeria a Ortigia, identificati gli altri due complici

di
I militari della stazione di Ortigia hanno individuato tutti i componenti della banda entrata in azione in piazza Duomo

SIRACUSA. Sono stati identificati i complici di Francesco Lauretta, il ventiduenne arrestato sabato scorso dai carabinieri della stazione di Ortigia per il furto alla pizzeria «La Volpe e l’uva», nel cuore di piazza Duomo. Questa mattina, il giovane si presenterà nella stanza del giudice per le indagini preliminari del tribunale per confermare o meno quello che, secondo gli inquirenti, avrebbe detto nella caserma dei militari a piazza San Giuseppe. Nella ricostruzione dei carabinieri, l’indagato, nel corso dell’interrogatorio, avrebbe ammesso di essere stato lui a svaligiare la pizzeria, anzi si sarebbe assunto anche la responsabilità di altri colpi commessi in alcuni locali del centro storico. Ma queste rilevazioni, per avere solidità, dovranno essere ammesse davanti al gip, nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto, intanto i militari della stazione di Ortigia, agli ordini del maresciallo Santo Parisi, si sono portati avanti con il lavoro, riuscendo a focalizzare quegli altri due giovani, che, a quanto pare, sono stati identificati.

Le loro generalità sono state inviate al palazzo di giustizia solo che gli inquirenti ritengono di dover compiere nuove verifiche per accertare se dietro altri episodi, ancora non risolti, c’è la mano di questo gruppo. Nella tarda mattinata di sabato scorso, è stato scoperto un nuovo furto, questa volta ai danni dei proprietari di un’abitazione in via Maestranza e secondo alcune fonti investigative i ladri avrebbero scalato la parete fino a raggiungere la finestra della casa: a quel punto, per loro, è stato un gioco da ragazzi intrufolarsi dentro e prendere il bottino. A quanto pare, non c’era nessuno e forse anche questa informazione era in loro possesso: un elemento che spiega la preparazione di quel che sembra essere una banda assai specializzata ed organizzata. Hanno rubato dell’oro che è facilmente ”spendibile” ed i primi accertamenti sarebbero stati compiuti nei compra oro della città.

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X