ZONA INDUSTRIALE

«Vega B» a Priolo Gargallo, Landini: «opportunità da non perdere»

di
Il segretario nazionale della Fiom ha incontrato i lavoratori a Priolo: «Qui c’è una capacità professionale nel ramo metalmeccanico di prim'ordine»

PRIOLO GARGALLO. «L'area industriale di Priolo è una risorsa per l'economia del Paese, qui va realizzata la piattaforma della Vega B puntando proprio sulla capacità dell'indotto metalmeccanico riconosciuta da anni a livello internazionale». Lo ha sottolineato il segretario nazionale della Fiom, Maurizio Landini intervenendo ieri nel salone del «Ciapi» in contrada Biggemi, a Priolo.

Una scommessa da vincere quella legata al rilancio del polo metalmeccanico di Punta Cugno e Marina di Melilli per il leader dei metalmeccanici della Cgil, ribadita poi davanti ad oltre mille tra operai, studenti, lavoratori della formazione professionale e pensionati sul piazzale dell'area «Syndial» nel cuore dell'area industriale. «Qui c'è una vocazione ed una capacità professionale nel ramo metalmeccanico che è di prim'ordine - ha specificato Landini - la costruzione della piattaforma Vega B è un'opportunità che deve essere colta per consentire ai lavoratori dell'indotto di poter tornare nel circuito produttivo. A Priolo si raffina quasi un terzo della produzione di greggio nazionale, ed accanto a questo vanno ammodernati i cicli produttivi, rendendoli compatibili con l'ambiente avviando le bonifiche. Tutti argomenti questi che sono stati finora disattesi dai precedenti Governi, incluso l'attuale».

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook