L'INCHIESTA

Vaccino: le due morti «sospette» a Siracusa, un vertice in Procura

di

SIRACUSA. Sarà un pool di consulenti, composto da un cardiologo, un medico legale, un chimico ed un urologo, ad accertare se vi è un nesso tra le due morti sospette registrate ad Augusta e Siracusa ed i vaccini antinfluenzali somministrati alle vittime e di cui è stato adesso disposto il sequestro. Lo ha deciso il procuratore capo Francesco Paolo Giordano che sul caso ha tenuto ieri mattina un vertice operativo negli uffici all'ultimo livello del palazzo di giustizia per fare il punto sull'inchiesta giudiziaria aperta. «Stiamo lavorando - ha dichiarato Giordano - per fare luce sulla vicenda e per capire se effettivamente vi è un nesso tra i due episodi. Dobbiamo necessariamente attendere l'esito della consulenza tecnica, il risultato dell'autopsia e la perizia tossicologica e chimica».

I periti hanno chiesto ed ottenuto un termine di sessanta giorni per il deposito delle conclusioni. «Contiamo però di avere già i primi esiti - ha agiunto il capo della Procura - entro i prossimi quindici giorni. A breve attendiamo un'indicazione preliminare per capire se vi è un nesso di causalità, una qualche correlazione tra la somministrazione del vaccino e la morte delle due vittime».

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X