CRISI ECONOMICA

Il Comune di Lentini a un passo dal «dissesto»

di

Sono undici i milioni di debito in bilancio. Adesso i politici si interrogano su quale strada percorrere. E intanto c’è chi accusa la burocrazia comunale

Siracusa, Politica

LENTINI. Dissesto, o Piano di risanamento, o addirittura "dissesto pilotato": è una scelta complessa, da prendere con una piena consapevolezza sulle conseguenze per la città. È quanto è emerso dal primo incontro informale tra l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Alfio Mangiameli e i consiglieri comunali in merito alla presa d'atto del mancato equilibro del bilancio di previsione 2014, l'elenco dei debiti che ammontano a quasi undicimilioni di euro accertati o da accertare e la decisione di approvare il dissesto finanziario del Comune.

L'assessore al Bilancio del comune di Lentini Francesco Alcamo ha illustrato il percorso che l'amministrazione comunale porterà avanti, su indicazione dei funzionari del servizio finanziario dell'Ente che poi dovrà essere approvato dal consiglio comunale. "Abbiamo avuto un primo incontro con i consiglieri - ha detto il sindaco Alfio Mangiameli - per illustrare la relazione tecnico finanziaria del responsabile dell'ufficio finanziario e abbiamo analizzato le criticità e avviato un confronto serrato sulla linea da portare avanti. Pur nella consapevolezza che i dati drammatici rilevati dagli uffici e dai revisori dei conti rispetto alle criticità presenti nel rendiconto di Bilancio 2013 e dei debiti dovremmo individuare un percorso che vogliamo fare per amore e rispetto della città con quel senso di responsabilità anche che impone il momento".

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati