INDAGINI

Omicidio a Francofonte, il medico: fatale il fendente al collo

di

FRANCOFONTE. L’assassino avrebbe inferto diverse coltellate lasciandolo in una pozza di sangue. Ma la ferita ritenuta fatale per il pensionato di Francofonte Antonino Barbaro, trovato senza vita in una zona di campagna, è stata quella inferta al collo. È emerso dall’esito dell’autopsia effettuata sul corpo del pensionato francofontese di 67 anni, trovato lunedì mattina privo di vita da un bracciante in una zona di campagna.

L’esame autoptico è stato condotto all’ospedale di Lentini dal medico legale Francesco Coco che ha indicato come ferita mortale quella scagliata sul collo.L’uomo, in base alle risultanze dell’esame, sarebbe poi morto dissanguato. Altre ferite sono state scagliate sul torace, addome e sugli arti. La vittima al momento del ritrovamento avvenuto all’interno del vigneto di contrada Squarcia era riversa su un fianco. Sul posto lunedì mattina intervennero i carabinieri ed il personale sanitario del «118». . L’autopsia oltre a confermare che sul cadavere sono stati inferti numerosi tagli, circa una decina e che alcuni di questi sono più profondi e hanno interessato organi vitali, ha stabilito che sono state date tutte con la stessa lama tagliente.
ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X