Sicilia, Siracusa, Cronaca
CRIMINALITA'

Siracusa, a Ortigia è allarme furti

Preoccupazione alla Graziella per una serie di «colpi» messi a segno ai danni di case vacanza e bed and breakfast: portati via denaro, televisori e tablet

SIRACUSA. Nuova ondata di furti ad Ortigia ma è lo storico rione della Graziella ad essere diventato il bersaglio principale dei ladri. Nei giorni scorsi, sono stati ripuliti un bed and breakfast e due appartamenti con danni piuttosto evidenti per il gestore dell’attività economica e per i proprietari dei due immobili. Su questi casi ci sono le indagini della polizia e dei carabinieri della stazione di Ortigia che hanno in mano un fascicolo in cui sarebbero annotati i profili dei responsabili: un gruppo di ragazzini terribili non nuovo alle scorribande nell’antica isola che, nei mesi scorsi, si è reso responsabile di alcuni furti di scooter tra via Dione e corso Matteotti. Alcuni di loro furono riconosciuti grazie alle telecamere di sicurezza della zona ma nelle ultime settimane sono tornati alla carica e qualche gestore di attività alberghiere, che ruotano nell’area della Graziella, ha manifestato molta insofferenza e preoccupazione per le incursioni.
Proprio due giorni fa si è registrato l’ultimo colpo, commesso in un appartamento in via Nizza che, al momento, è nella disponibilità di una coppia di turisti olandesi. Sono stati loro ad accorgersi della presenza dei ladri che sono entrati in azione mentre le vittime erano a fare passeggiata per le vie del centro storico. Gli olandesi sono arrivati da poco in città ed hanno già incassato il ”benvenuto” dagli autori del furto, che hanno portato via degli effetti personali. Si sono diretti nella caserma dei carabinieri di Ortigia, a piazza San Giuseppe, per denunciare l’episodio ed i militari si sono messi al lavoro per tentare di risalire ai ladri ma c’è il fortissimo sospetto che possa esserci la stessa mano dietro questa striscia di episodi. Altri colpi sono stati commessi ai danni di una ”casa vacanze” sul Lungomare di Levante dove sono stati portati via tre televisori, sistemati nelle camere per i visitatori. Un episodio analogo è avvenuto nella zona di via Alagona, ai danni di un’altra struttura turistica: qui il bottino è stato decisamente più ricco: un televisore, dei tablet ed 800 euro in contanti, finiti nelle tasche dei ladri, che hanno poi gettato una tv in fondo al mare, forse perché non era di loro gradimento. E poi nel ”conto” vanno messe anche le biciclette, che i gestori delle strutture turistiche mettono a disposizione dei loro clienti. Il quartier generale di questa presenta banda sarebbe, comunque, la Graziella, che, in passato, è stata una sorta di base operativa della cosiddetta baby gang.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati