Danneggiata a Siracusa la lapide che ricorda Mario Francese

Divelto e danneggiato il monumento di Largo Leonardo da Vinci in ricordo del cronista del Giornale di Sicilia ucciso dalla mafia in un agguato a Palermo il 26 gennaio 1979

SIRACUSA. Ignoti hanno divelto e danneggiato la lapide posizionata in Largo Leonardo da Vinci in ricordo di Mario Francese, il cronista siracusano del Giornale di Sicilia ucciso dalla mafia in un agguato a Palermo il 26 gennaio 1979.


La lapide, posizionata diversi anni fa su sollecitazione dei giornalisti siracusani, è stata staccata dal sostegno metallico sulla quale è fissata e quindi spaccata in più punti. Nella lapide sono rappresentate in modo stilizzato due pagine di giornale aperte all'interno di una delle quali c'è l'incisione: "A Mario Francese, giornalista, vittima della mafia".


La lapide che si trova a poche centinaia di metri dal comando provinciale dei carabinieri, è il luogo dove ogni anno i giornalisti siracusani si ritrovano il 26 gennaio, in occasione dell'anniversario dell'uccisione, per una sobria cerimonia commemorativa - spesso alla presenza della sorella del cronista Maria Francese che vive a Siracusa - e la deposizione di un omaggio floreale. Il presidente del Gruppo siciliano dell'Unci, Leone Zingales, ha invitato le forze dell'ordine "a fare luce sull'episodio e individuare i responsabili dell'ignobile atto vandalico".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X