Dramma a Carlentini, «È il tempo del silenzio e della preghiera per Alfio»

Siracusa, Archivio

CARLENTINI. «Questo è il tempo del silenzio e della preghiera, per aiutare la famiglia e la comunità a superare questo momento di dolore. Lasciamo perdere i commenti e i giudizi. È solo il Signore che legge nei cuori e nelle intenzioni, la carità dei cristiani è la carità della comprensione, della vicinanza a chi soffre».
È stato il monito di don Luca Gallina, parroco della chiesa di Santa Tecla, ieri pomeriggio, durante l'omelia per i funerali di Alfio Vinci, 72 anni, metalmeccanico, ucciso a coltellate dieci giorni fa dalla moglie Sebastiana Ippolito, 60 anni, attualmente ricoverata all'ospedale Cannizzaro di Catania.
Un dolore, pieno di tanta rabbia per la figlia Carmen, i generi, e i parenti che non avrebbero immaginato una tragedia che ha sconvolto le loro famiglie, ma anche il quartiere Santuzzi in cui la coppia abitava in un appartamento di via del Mare a Carlentini.
Ai funerali, oltre alla figlia, ai generi, i familiari, colleghi e tantissimi amici che si sono stretti attorno alla famiglia Vinci.


ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook