Concorsi bloccati, all'Umberto I di Siracusa
è emergenza primari

SIRACUSA. Sette reparti dell’ospedale «Umberto I» senza primari. A guidarli, dopo che i rispettivi direttori sono andati in pensione, sono ormai da tempo medici incaricati dai vertici dell’azienda sanitaria per svolgere le funzioni di direttore: un quadro quello del presidio di via Testaferrata che potrebbe cambiare solo con la nuova rete ospedaliera e con la nuova dotazione organica dell’azienda sanitaria. Sono molte le unità complesse dell’ospedale senza primari vincitori di concorso: dalla Rianimazione al Pronto soccorso, alla Cardiologia, ma anche dalla Pneumologia e alla Neonatologia. Ad essi si aggiungono anche le unità di Oftalmologia ma anche l’Urologia. Si tratta di unità che sono guidate da direttori facenti funzione, che sono stati nominati con una scadenza temporale precisa e che adesso hanno in buona parte terminato il loro mandato.
Una fase di ”caos” e ”stallo” che rischia di creare disagi per gli utenti, anche perché in molte unità a mancare è proprio il personale sanitario necessario per l’assistenza ai pazienti ricoverati, con i direttori che cercano di fronteggiare all’emergenza, soprattutto in questo periodo dell’anno. Per l’Asp, in attesa dei concorsi, si tratta di una vera e propria emergenza anche perchè sarebbero diversi i medici ai quali il mandato è scaduto già da molti mesi.


ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X