Imposte locali, la giunta di Pachino: «Ci sarà più equità»

PACHINO. «Equità, vicinanza alle esigenze dei cittadini ed un obiettivo: chi inquina meno paga meno». Ieri mattina l'esecutivo municipale di via XXV Luglio ha presentato i nuovi schemi di regolamentazione di Iuc, l'Imposta unica comunale, Tasi, Tassa sui servizi indivisibili e Tari, Tassa sui rifiuti. «Abbiamo agito - ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno - tenendo presente il criterio dell'equità. E poi il principio di salvaguardia della virtuosità dei cittadini per incentivare la raccolta differenziata: più inquini più paghi». Nello specifico, per la Iuc è esclusa dalle prime case, invece l'aliquota delle seconde case è del 8,60 per mille. La scadenza della seconda rata è il 16 dicembre 2014. La Tasi è al minimo, l'uno per mille, e le scadenze sono il 16 ottobre la prima rata e il 16 dicembre la seconda. La Tari, che comprende una quota fissa ed una variabile, è stata suddivisa in cinque rate con scadenza 31 ottobre 2014, 30 novembre 2014, 31 dicembre 2014, 28 febbraio 2015 e 30 aprile 2015. «Abbiamo tenuto conto - ha dichiarato il vicesindaco ed assessore a Bilancio, Tributi e Finanze, Andrea Rabito - delle necessità e dei bisogni dei nuclei familiari. Tra le novità annunciamo l'esenzione del comodato d'uso gratuito per i parenti di primo grado, poi sgravi fiscali per chi lavora fuori sede o figli che studiano all'università. Chi ha garage ed autorimesse non pagherà la parte variabile ma solo quella fissa, questo consentirà un abbattimento del 50 per cento dei costi». Il sindaco ha spiegato le difficoltà per ottenere il risultato, considerando che l'appalto dei rifiuti è in proroga ed in attesa di nuovo capitolato e nuova gara. «Non è stato facile - ha continuato il sindaco - prevedere il meccanismo premiale per la Tari, su questo tema vogliamo dare un'accelerata in modo tale che appena parte anche uno solo dei nuovi indirizzi di miglioramento della raccolta differenziata, i cittadini potranno chiedere lo sgravio fiscale perché già disciplinato. Una scommessa sul piano politico per dare ampio riferimento al nostro programma elettorale». Il vicesindaco ha precisato che se dovessero emergere in corsa d'opera altre esigenze l'amministrazione «è pronta - ha detto Rabito - a dialogare con i cittadini e prevedere modifiche se ritenute opportune e necessarie». Gli schemi di regolamento giungeranno nell'aula consiliare di via Rubera il 9 settembre per essere approvati, con seduta prevista alle 19.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook