Portopalo, balli nei lidi: «giro di vite» della polizia

Siracusa, Archivio

PACHINO. Arrivano le diffide per i lidi balneari: è "no" all'organizzazione di eventi danzanti non autorizzati. Mercoledì è scattato un controllo congiunto tra forze dell'ordine di quattro lidi balneari sulla costa a sud del paese marinaro. A coordinare le operazioni è stato il commissariato di polizia di via Tafuri, guidato dal dirigente, Paolo Arena, con la collaborazione della guardia di finanza, del servizio igiene del distretto Avola/Noto dell'Asp 8, dell'ufficio Igiene del Presidio territoriale d'emergenza di contrada Cozzi ed i militari della guardia costiera di Locamare Portopalo. Dagli approfonditi controlli, finalizzati a verificare il rispetto delle normative in materia di concessione demaniale, igienico sanitaria, accessibilità, occupazione di aree del demanio marittimo statale, sicurezza statica, incolumità del pubblico, tutela dell'ambiente, filodiffusione musicale, solo un lido è stato sanzionato. La squadra interforze ha contestato diverse violazioni per la mancanza delle dotazioni di sicurezza e per mancati adempimenti di obblighi a carico del concessionario. Tutte le altre strutture sono risultate adeguate, poiché, stando a ciò che emerge dai controlli, locali e attrezzature utilizzate sono risultate idonee ed in buono stato di manutenzione, gli alimenti detenuti conservati alla giusta temperatura di refrigerazione e adeguatamente confezionati. In tutti i casi è stata verificata la regolare sussistenza dei requisiti igienico sanitari e morali, la regolarità delle concessioni demaniali. Le fiamme gialle hanno verificato, inoltre, la regolarità di ingaggio dei lavoratori dipendenti.. Il problema più grosso, per le forze dell'ordine, rimane quello delle feste danzanti per cui è stato presentato un esposto proprio negli uffici del commissariato di polizia. Così i componenti del gruppo interforze hanno diffidato due dei quattro lidi dall'organizzare eventi danzanti non autorizzati, e sono stati invitati i gestori a seguire le prescrizioni contenute nell'ordinanza del sindaco evitando schiamazzi, o abusi di strumenti sonori che possano disturbare il riposo delle persone. Durante i controlli, in uno degli stabilimenti è stato sanzionato un uomo che circolava su suolo demaniale marittimo a bordo di un fuoristrada per occupazione abusiva e per omessa revisione del veicolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X