Noto, lanci di sassi e bottiglie sui turisti: è polemica

Numerosi atti vandalici si sono registrati nella zona. Un uomo è stato portato in ospedale per una ferita alla testa: era stato colpito da una pietra. L’amministrazione corre ai ripari. Figura: «Entreranno in funzione le telecamere e verrà potenziata l’illuminazione»
Siracusa, Archivio

NOTO. Piazza Immacolata si apre a un nuovo tipo turismo: drink, cene, pizze e tanto altro ancora, e tutto rigorosamente a suon di sassi. Un uomo è finito al pronto soccorso dell’ospedale di Noto per una ferita lacero contusa alla testa provocata dal lancio di un sasso che alcuni vandali hanno lasciato cadere dal loggiato che dall’ex convento di San Francesco all’Immacolata, annesso alla chiesa, si affaccia sulla sottostante piazza dominata dalla presenza di locali aperti, in questa calda estate, fino a tarda notte. La pietra, lanciata da un’altezza di quasi venti metri, ha colpito l’uomo alla testa, procurandogli una profonda ferita. A seguire la scena diverse persone che, alla vista del sangue, hanno preferito allontanarsi in tutta fretta. L’episodio registrato la sera di giovedì non è l’unico legato a questa eccentrica quanto pericolosa mania di lasciare cadere sassi e altri oggetti dal terrazzino sopraelevato dove alta svetta la statua in marmo della Madonna Immacolata. «Qualche giorno prima abbiamo assistito al lancio di una bottiglia di vetro - dice un abituale frequentatore della zona -, scena che in molti abbiamo ripreso con i telefonini». E c’è anche chi racconta del lancio di sputi verso quanti stazionano, anche seduti ai tavoli, nella parte bassa, fino all’episodio che ha veramente dell’incredibile: il lancio, quando ancora era giorno, di una bottiglia in plastica piena di acqua all’interno dell’artistica fontana posizionata al centro della piazzetta. Un tiro al bersaglio che avrebbe potuto far registrare gravi conseguenze. Gli schizzi violenti dell’acqua hanno immediatamente allontanato i gruppetti di turisti che stazionavano nei pressi della vasca. Difficile individuare gli autori di tali spavalderie, anche perché alle spalle dell’ex convento di San Francesco si apre un corridoio interno e una strada da cui è facile allontanarsi indisturbati. E allora? ”Siamo a conoscenza di questi e altri spiacevoli fatti che ci rattristano, tant’è che abbiamo sollecitato la nostra Polizia municipale a una maggiore presenza e un più capillare controllo”, afferma il presidente del consiglio comunale Corrado Figura. «Per porre fine al dilagare di questi episodi - aggiunge -, l’amministrazione comunale da subito adotterà il pugno duro: già da oggi entreranno in funzione le telecamere posizionate nei punti più nevralgici del salotto buono della città, e con esse sarà potenziata, nell’ampia area dove sorgono diverse attività commerciali, anche l’illuminazione, in modo da scoraggiare questi buontemponi». Un consiglio a quanti frequentano la zona: volgere un attento sguardo all’insù non solo per ammirare le bellezze barocche, ma anche per evitare che dall’alto piovano oggetti misteriosi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X