Fontane Bianche a Siracusa,
raid vandalici al parcheggio

SIRACUSA. «Istituire gli impianti di videosorveglianza per mettere fine ai ripetuti atti di vandalismo registrati al parcheggio di Fontane Bianche». La richiesta è giunta da uno dei villeggianti della zona, Sebastiano Rossitto che ha rivolto l'appello all'amministrazione comunale per aumentare i controlli della polizia municipale e poter così preservare la terrazza della struttura dai danneggiamenti. «Questo spazio è stato preso di mira dai vandali - ha detto Rossitto - che hanno danneggiato in vari momenti nelle scorse settimane sia le attrezzature dedicate ai bambini che gli stessi impianti di illuminazione e la pavimentazione. Un peccato perché si rischia di vanificare il buon lavoro dei volontari dell'associazione che ha in gestione la struttura e dello stesso consiglio circoscrizionale che durante la stagione estiva hanno organizzato momenti di intrattenimento per villeggianti ed i tanti turisti». La terrazza è utilizzata in queste serate per lo svolgimento di iniziative come la sagra del pesce ed attività di intrattenimento musicale. «Attività per le quali abbiamo dato il patrocinio gratuito - ha spiegato il presidente della circoscrizione Cassibile-Fontane Bianche, Paolo Romano - perché servono a dare un sostegno ai commercianti e creano momenti di aggregazione per i villeggianti. Iniziative rivolte proprio a loro ed ai turisti per far rivivere questa zona come la sagra del pesce che è stata prorogata fino al 30 agosto. Sui casi di vandalismo anche se non abbiamo avuto segnalazioni dirette, sarebbe utile a questo punto da parte dell'amministrazione comunale stanziare delle risorse da destinare all'installazione di un sistema per la videosorveglianza, evitando che un bene pubblico possa essere sottoposto a continui danneggiamenti». Contattata l'associazione «Monsignor Salvatore Giardina» che da alcuni anni ha in gestione la struttura, si chiarisce che nelle scorse settimane è stato effettuato un sopralluogo anche da parte della polizia ambientale del Comune. «In quel caso non ha riscontrato lo stato di emergenza segnalato da alcuni tra villeggianti e pochi peraltro commercianti che hanno criticato anche le iniziative organizzate esclusivamente a titolo gratuito - hanno sottolineato dall'associazione - peraltro c'è da dire che i volontari sorvegliano sia questa terrazza che la parte sottostante per circa 20 ore al giorno pulendola quotidianamente quattro volte, e nei mesi scorsi sono stati impegnati in un'operazione di pulizia straordinaria della zona balneare». Vi.Cor.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X