Augusta, rubinetti a secco a Monte Tauro:
si corre ai ripari

AUGUSTA. Continuano i problemi idrici di alcune zone del popoloso quartiere di Monte Tauro e della Borgata, che da alcune settimane a questa parte sono costretti a fare i conti o con l’acqua a singhiozzo o con rubinetti a secco anche per diversi giorni. Una carenza idrica che non sembra risolversi e che si registra soprattutto nei fine settimana, quando è maggiore la richiesta di acqua da parte degli augustani che hanno protestato anche all’ufficio tecnico comunale per chiedere spiegazioni. Una emergenza nell’emergenza, visto che il Comune è tornato a gestire l’acqua in proprio solo da qualche settimana, dovuta soprattutto al fatto che la maggior parte degli undici pozzi, che alimentano la rete idrica comunale sarebbero asciutti anche perché è piovuto poco quest’anno e non c’è acqua a sufficienza per pompare soprattutto nelle zone più distanti, come anche Agnone Bagni dove l’acqua manca da settimane. Per sopperire al deficit idrico si sta cercando di trovare una soluzione con l’affitto di altri pozzi privati da cui prelevare l’acqua, anche se i tempi sono più lunghi «Stiamo cercando di trovare dei pozzi, che però devono essere potabili - ha sottolineato il prefetto della commissione straordinaria del Comune, Maria Carmela Librizzi -. Ieri c’è stato anche un incontro con l’ufficiale sanitario dell’Asp e in caso di necessità si valuteranno decisioni drastiche». Che potrebbero voler dire requisizione di pozzi, intanto ieri è stato emanato un avviso pubblico con manifestazione di interesse per l’ affitto di pozzi per acqua destinata ad uso umano, con cui si invitano i proprietari di pozzi di acqua che ricadono all'interno del territorio comunale a volerli dare in affitto. Due sarebbero disponibili, uno al centro storico e un altro fuori del centro urbano, per il controllo di potabilità. Per questo un secondo avviso di manifestazione di interesse è stato pubblicato per cercare laboratori di analisi e soggetti accreditati interessati ad un eventuale affidamento del servizio di analisi e controllo della qualità delle acque della rete idrica comunale. Una terza manifestazione di interesse, infine, è stata emanata per lo svolgimento di servizi di espurgo delle condotte fognarie del Comune, “considerato che le condotte fognarie sono soggette ad intasamenti, e che necessita individuare delle ditte specializzate nel settore che provvedano alla disostruzione delle condotte ogni qualvolta si renda necessario».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook