Canicattini, torna l'autovelox sulla Maremonti

Fioccano i controlli della polizia municipale del comune di Canicattini nel tratto della Maremonti già al centro, in passato, di numerose polemiche sull’uso dell’autovelox

CANICATTINI. Postazione autovelox sulla Provinciale «14» poco dopo l'ingresso di Canicattini. Tornano così i controlli sulla «Maremonti» attraverso la vettura della polizia municipale che controlla i mezzi transitanti sia in salita, per raggiungere i Comuni della zona montana, sia in discesa, in direzione di Siracusa. Le verifiche sono aumentate durante il periodo estivo per la maggiore affluenza di veicoli in transito sulla Provinciale in queste settimane. Ma la postazione non è visibile ogni giorno ma è stata notata dagli automobilisti in transito sia il martedì che il giovedì, negli orari di ufficio quindi soprattutto al mattino. «Abbiamo intensificato i controlli soprattutto in queste settimane estive - spiega il sindaco del comune di Canicattini Paolo Amenta - e per accendere i riflettori della sicurezza una delle zone di accesso al nostro comune che spesso è stata scenario di incidenti stradali. L'autovettura dei vigili urbani viene posizionata sulla Provinciale in determinati giorni ma non è fissa, bensì saltuaria. Abbiamo notato, però, che la presenza dell'autovelox funziona già come deterrente per evitare che le auto in transito vadano ad una velocità eccessiva, anche perché alcune volte è stato notato che le automobili andavano ad una velocità oltre i limiti. Quindi in questo modo proviamo innanzitutto a tutelare la zona». Negli anni scorsi era stato sistemato un autovelox fisso, nella parte alta della Provinciale «Maremonti», proco prima dell'accesso al primo svincolo per il Comune di Canicattini, postazione che aveva provocato molte polemiche soprattutto tra gli automobilisti della zona montana, soprattutto per l'assenza di segnaletica di avviso. E le multe recapitate a casa non hanno certo fatto piacere, scatenando numerose polemiche all’indirizzo dell’amministrazione. Inoltre il Comune di Canicattini ha già chiesto alla Provincia la cessione di un tratto della strada proprio per poter sistemare un nuovo macchinario fisso sulla provinciale. Per quanto riguarda poi gli introiti provenienti dalle contravvenzione, le somme vanno in parte al Comune di Canicattini. «Finora non c'è stato un aumento delle multe - aggiunge il sindaco di Canicattini, Paolo Amenta - ma abbiamo notato che gli automobilisti adesso sanno che c'è l'autovelox e questo consente una diminuzione della velocità. Speriamo così che ci sia una maggiore sicurezza su tutta la strada».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati