Priolo, fumo nero dall’impianto di cogenerazione

PRIOLO. Nessuna conseguenza per il personale e per gli impianti, ma la nube nera propagatasi ieri mattina dall’impianto di cogenerazione di Isab Energy, nel cuore dell’area industriale di Priolo ha destato molta preoccupazione.
Nell’impianto si è registrato il blocco di un decompressore che ha provocato l’immissione al camino delle sostanze in quel momento lavorazione con una fumata nera visibile anche ad alcuni chilometri di distanza. Il fuoriservizio è durato meno di 4 minuti, ma ha prodotto una densa nube nera che ha destato non poche preoccupazioni nelle popolazioni di Priolo, Melilli, Augusta e Siracusa e dall’autostrada che collega Siracusa a Catania.
L’azienda ha immediatamente attivato il sistema di sicurezza attraverso i vigili del fuoco e la squadra di Protezione civile del Comune di Priolo, comunicando il fuoriservizio dell’impianto ai Comuni, all’Arpa ed alla Prefettura. L’amministrazione comunale di Priolo ha in particolare allertato la propria cittadinanza attraverso il sistema sms. L’emergenza è rientrata in tarda mattinata quando sono stati completati tutti i rilievi ed allo stesso tempo la nube che spinta dal vento si è spostata verso Siracusa si è poi dissolta.
Le sostanze immesse nell’atmosfera sono adesso all’esame dell’Arpa presente con i propri tecnici sul posto. Nei prossimi giorni l’Agenzia regionale di protezione dell’ambiente comunicherà l’esito dei rilievi effettuati sui campioni prelevati. Sul posto anche alla Procura che ha disposto una verifica dell’impianto. Nel pomeriggio il secondo modulo è stato riattivato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X