Marzamemi, vasto incendio minaccia le case

PACHINO. Lunghe ore di tensione e un’alta colonna di fumo per oltre tre ore e mezza. Ha tenuto impegnate per diverse ore i vigili del fuoco e il personale del Corpo forestale il vasto incendio nella zona di viale Paolo Calleri. Il rogo è scoppiato nella tarda mattinata di ieri in una terreno pieno di sterpaglie e a due passi da una zona utilizzata anche come parcheggio. A lanciare l’allarme sono stati alcuni passanti che hanno avvistato i primi focolai. In pochi istanti le fiamme hanno avvolto sempre più porzioni di terreno e un’alta colonna di fumo è stata avvistata da tutto il borgo marinaro. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che hanno avviato le operazioni per domare il rogo. A complicare le cose, però, è stato il forte vento che ha alimentato le fiamme facendo avanzare il fronte del fuoco. Nella zona sono presenti anche alcune abitazioni che sono state lambite dall’incendio e anche per questo si sono vissuti attimi di tensione con i residenti preoccupati per l’avanzare delle fiamme. Per consentire le operazioni di spegnimento ed evitare ulteriori problemi è stata anche chiusa la strada che passa accanto al terreno che ha preso fuoco con la circolazione stradale che è rimasta bloccata per consentire le operazione di spegnimento. Il rogo in poco tempo ha infatti avvolto oltre quattro ettari di terreno completamente pieno di sterpaglie che, complici anche le alte temperature, hanno continuato a bruciare per ore. Vigili del fuoco e il personale della Forestale hanno così lavorato insieme fino al primo pomeriggio mentre decine di persone hanno assistito alle attività dei vigili del fuoco. L’azione congiunta è così riuscita a frenare il fronte del fuoco evitando che le fiamme potessero arrivare a minacciare seriamente le abitazioni della zona. Solo nel pomeriggio, però, dopo quasi quattro ore, la situazione è tornata alla normalità con vigili del fuoco e uomini della Forestale che sono riusciti a limitare i danni, spegnere anche gli ultimi focolai e a ripristinare le condizioni di sicurezza nell’area che si trova in uno degli ingressi di Marzamemi. Sul posto anche il sindaco Roberto Bruno che ha voluto rendersi conto di persona di cosa stesse accadendo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook