Siracusa, Archivio

Saldo Tari il 30 novembre, ma al Comune di Avola è bufera

AVOLA. Regge fino al quarto punto all’ordine del giorno, sui 13 in elenco, il consiglio comunale conclusosi alle 15,10 nell’aula vuota dopo l’appello del presidente Canonico costretto a rinviare la seduta alla giornata di oggi per mancanza di numero legale, dopo la sospensione di un'ora.
Una seduta consiliare ancora fibrillante, iniziata alle 12,40. Discussioni polemiche tra componenti di maggioranza e opposizione e per ultimo le accuse del sindaco Cannata contro i i consiglieri di minoranza ai quali veniva contestato di «fare show» e di «essere al bar» , entrando ed uscendo dall'aula secondo convenienza. Sta di fatto, però, che al quinto punto i consiglieri di maggioranza non riescono a superare il numero di 15 presenze in aula dopo che quattro componenti dell’opposizione vanno via appena il sindaco Cannata fa sapere che l’assessore al Commercio non sarebbe intervenuto in aula per rispondere ai quesiti che il consigliere Murè avrebbe voluto rivolgere sulla proposta di delibera relativa all'individuazione delle aree pubbliche per l'autorizzazione di posteggi su suolo pubblico.
Al voto non bastano i 15 consiglieri della maggioranza. Prima era stato approvato con i voti della sola maggioranza consiliare, 16 favorevoli, la delibera del regolamento per l’applicazione della tassa sui rifiuti (Tari), alla quale sono state apportate due modifiche emendate dal capogruppo di maggioranza Stefano Libro, che riguardano le scadente di pagamento per i cittadini, con la quale sono stati spostati i termini delle tre rate da pagare entro l'anno in corso. Quindi settembre e ottobre, le prime due, e il 30 novembre prossimo la terza rata a saldo. Prima della votazione i consiglieri di opposizione sono usciti dall’aula, giustificando il non voto, «perché il provvedimento è incompleto e non prevede le agevolazioni per le fasce deboli, che vengono rinviate all’approvazione delle tariffe».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati