C’è pericolo frana sulla strada per Avola Antica

AVOLA. Sulla Strada provinciale Avola-Avola Antica, nei pressi del chilometro 6,6, ci sarebbe il reale pericolo di frana per l'eventuale distacco di pezzi di roccia del costone che sovrasta l'arteria e che prima qualche cittadino e poi l'amministrazione comunale hanno segnalato direttamente all'ufficio provinciale della Protezione Civile e all'ufficio tecnico della Provincia di Siracusa competenti per la manutenzione della stessa strada provinciale 4 Avola-Avola Antica. Segnalazione scritta di pericolo di crollo di massi, quella del Comune, che risale al 23 giugno scorso, e che solo ieri mattina è stato effettuato un sopralluogo e una ispezione tecnica congiunta sul posto da parte della Protezione Civile provinciale, Ufficio tecnico Provinciale e tecnici comunali della Protezione Civile assieme all'assessore comunale all'Urbanistica Sebina Caruso. Il geologo Grimaldi dell'Ufficio provinciale della Protezione Civile, assieme ai tecnici della Provincia Smiraglia e Russo e al geometra Nino Romano dell'ufficio di Protezione civile del Comune, hanno potuto accertare che nel tratto Avola Antica-Manghisi, al chilometro 6,6, vi sono delle lesioni in alcune pareti rocciose del costone causate probabilmente dalla profonde radici degli arbusti. Non ci sarebbe insomma da perdere tempo nel mettere in sicurezza la viabilità del tratto della Sp 4 Avola-Avola Antica, in contrada "Cozzo Tirone", il cui pericolo è appunto costituito dalla lesione delle rocce del costone che magari per eventi straordinari naturali potrebbero staccarsi e finire sul selciato, con conseguente pericolo per gli automobilisti che si trovano a transitare. "Adesso restiamo in attesa oltre che dell'esito del sopralluogo tecnico, della proposta di intervento per la messa in sicurezza della strada provinciale, il cui costo del progetto dei lavorio non dovrebbe essere elevato", ha dichiarato l'assessore comunale Sebina Caruso, precisando che, "noi, come amministrazione comunale, per quello che ci compete e pur non essendo organo ed ente deputato all'intervento, abbiamo immediatamente inviato la nota di segnalazione alla Provincia e alla Protezione Civile provinciale".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X