L’anziano colpito a sprangate a Carlentini, preso l’aggressore

CARLENTINI. Ci sarebbero rancori personali all'origine del ferimento del pensionato di Carlentini. I carabinieri della stazione di Carlentini al comando del maresciallo Rocco Schirripa hanno ricostruito martedì pomeriggio, dopo l'episodio di violenza tutta la vicenda dell'aggressione al pensionato, un ex appartenente alle forze dell'ordine, L.E. 69 anni, residente nella zona del quartiere Santuzzi. L'aggressore, D.S.M., 39 anni, secondo gli inquirenti aveva ricevuto da una settimana un divieto di avvicinarsi alla casa della vittima, dopo la denuncia della famiglia.
Il disoccupato non avrebbe digerito la notifica del provvedimento e avrebbe nutrito rancori nei confronti dell'uomo e della famiglia. Così, secondo la ricostruzione degli inquirenti, il trentanovenne, per alcuni giorni si è appostato vicino casa e lo avrebbe seguito nei suoi spostamenti, fino a quando, martedì pomeriggio, si è armato di una spranga e lo avrebbe seguito fino alla macchina, una Alfa romeo 147 parcheggiata in via Gramsci. Nel momento che la vittima ha aperto lo sportello si è scagliato addosso colpendolo più volte alla testa. L'uomo ha tentato di proteggersi, ma è caduto a terra in una pozza di sangue. Soccorso da alcuni residenti è stato trasportato all'ospedale di Lentini, dove i medici, dopo le prime cure è stato ricoverato nel reparto di ortopedia per le fratture alle mani giudicate guaribili in trenta giorni. L'aggressore si è allontanato dalla zona e, nella serata di martedì, si è costituito nella caserma dei carabinieri. L'uomo è stato interrogato in presenza di un avvocato di ufficio. I carabinieri hanno ascoltato per tutta la serata di martedì i testimoni oculari che hanno assistito alla scena in via Gramsci e hanno recuperato la spranga, utilizzata per aggressione. Informato il magistrato di turno della Procura, il quale dopo la lettura dei verbali ha ritenuto opportuno, viste le condizioni dell'indagato di chiedere il Trattamento sanitario obbligatorio. Subito dopo è stato ricoverato nel reparto di Psichiatria dell'ospedale di Augusta. Sulla vicenda adesso saranno coinvolti i servizi sociali del comune di Carlentini per avviare un percorso di recupero in una struttura della zona. L'uomo ha il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla vittima e dalla famiglia. La vicenda dell'aggressione al pensionato, molto conosciuto a Carlentini e Lentini, ha scosso l'intero quartiere di Carlentini Nord.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook