Avola, calerà la Tari per famiglie povere e commercianti

AVOLA. Un sostegno alle famiglie bisognose e alle attività commerciali e artigianali nel prossimo pagamento della tassa dei rifiuti solidi urbani con l'entrata in vigore della Tari che sostituisce nei Comuni il tributo della Tares. Si tratta di un sostegno sotto forma di riduzione tariffarie, per quanto preannunciato ieri dal sindaco Cannata , previste nello schema di regolamento comunale della Tari predisposto dall'amministrazione attiva e, " basato fondamentalmente sul principio di equità." "L'amministrazione comunale, tenendo conto del servizio di raccolta rifiuti offerto dall'Ente, sempre più efficiente sul proprio territorio e in particolare nella periferia, - .è scritto nel comunicato diramato ieri dal municipio- ha modificato la percentuale delle riduzioni esistenti, nella logica della equa distribuzione del relativo costo.

" Cosa prevede quindi il regolamento Tari sui benefici economici per i cittadini che rientrano nella riduzione tariffaria? Lo spiega il sindaco Cannata: " L'amministrazione , nella stesura del regolamento comunale , ha previsto le riduzioni alle abitazioni occupate dalle famiglie indigenti e numerose, con reddito I.s.e.e. minimo, prevedendo la possibilità di applicare riduzioni adeguate allo stato di disagio economico. Sono state previste anche riduzioni del 30 pere cento delle tariffe per i soggetti residenti all'estero, per le abitazioni ed io locali diversi dagli immobili ad uso stagionale, per le abitazioni rurali utilizzate dall'imprenditore agricolo e per le are scoperte per uso non domestico."
Ma ci sono ancora previste altri vantaggi e benefici sulla Tari: " Inoltre, - spiega Cannata- sono state inserite nel nuovo schema di regolamento ulteriori agevolazioni per situazioni particolari e meritevoli di tutela, per finalità di sostegno allo sviluppo e per ragioni di interesse pubblico, tra cui la lotta al randagismo che permette di ottenere uno sconto al proprietario che microcippa il proprio cane E' anche intenzione dell'amministrazione comunale, nell'applicare le tariffe per le utenze non domestiche, di tenere particolarmente conto dei settori commerciali che maggiormente soffrono la crisi economica -finanziaria, al fine di non gravare di più sul loro bilancio 2014, rispetto all'anno precedente. Così come sono previsti sconti per chi differenzia presso il centro comunale di raccolta che a breve entrerà in funzione in contrada Qualleci.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X