Rosolini, è esplosa la «Ficarra e Picone mania»

Siracusa, Archivio

ROSOLINI. L’attesa è finita: Rosolini pronta per diventare set cinematografico. Sono iniziate oggi le riprese di «Andiamo a quel Paese» il nuovo film di Salvo Ficarra e Valentino Picone che sarà girata quasi integralmente a Rosolini. Le riprese sono iniziate ieri a Noto, ma oggi la troupe al seguito del duo comico ha invaso le vie del centro storico dove è già tutto pronto per iniziare i ciak che si concluderanno il 10 agosto. Una tabella di marcia precisa e studiata nei minimi particolari da parte dello staff della «Trump limited» che in questi giorni ha lavorato incessantemente per preparare al meglio tutte le location. Ad essere interessata nella mattinata di oggi è la zona del plesso scolastico «Pitrè» di via Bellini. Il comandante dei vigili urbani, Orazio Agosta, ha predisposto la chiusura al traffico delle vie Bellini e Rapisardi nel tratto da via Manzoni a via Bellini. Nel pomeriggio, invece, così come per tutta la giornata di domani, ad essere interessata dalle riprese saranno piazza Garibaldi e piazza Masaniello. Sabato, invece, sarà la volta del cimitero comunale. Saranno interessate alcune attività commerciali, tra cui lo storico «Bar Taormina» di piazza Masaniello, che rimarrà chiuso il 24 e 25 giugno per diventare set cinematografico, l’ex profumeria di piazza Garibaldi che diventerà per l’occasione un’edicola. Ficarra e Picone, che hanno scelto Rosolini per “la bella e assolata piazza” gireranno alcune scene anche all’interno della Chiesa Madre così come hanno dichiarato a Taormina: «Ci sembra strano che la piazza di Rosolini e la sua Chiesa Madre non siano state mai scelte per girare un film».
In città l’attesa cresce per vedere all’opera il duo comico più in voga del momento e “febbre Fic&Pic” ha già stuzzicato la fantasia del pasticcere rosolinese Enzo Lao che, per l’occasione, ha creato il gelato al gusto “Ficarra & Picone”. «Come amministrazione comunale – ha detto il responsabile del settore Sport Turismo e Spettacolo, Salvatore Covato -, abbiamo dato la nostra più totale disponibilità a tutta la troupe per agevolare il loro lavoro. Questo film rappresenta sicuramente un’occasione di rilancio per la città e dobbiamo essere bravi a valorizzare questa opportunità che si è presentata inaspettata quest’anno». Per l’occasione piazza Garibaldi sarà leggermente modificata: saranno sostituite le attuali panchine, che hanno una base in pietra, con alcune interamente in ferro. Inoltre, dopo oltre cinque anni, sono ritornati gli zampilli d’acqua nella fontana del «Tritone» di piazza Masaniello. Le location saranno transennate a dovere per tenere a bada i numerosi “curiosi” che vorranno assistere alle riprese del film.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X