Il canone per il suolo pubblico a Siracusa, sconti per chi organizza eventi

Per i commercianti di Ortigia e Borgata. Ma è polemica, Cavarra: il regolamento va ritirato
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. L’abbattimento del 50 per cento della tassa sul suolo pubblico per chi organizza concerti ed eventi culturali. Si chiama «Caffè concerto» l’iniziativa elaborata dall'assessorato alle Attività produttive guidato da Fabio Moschella, per tutto il periodo estivo, fino a settembre. L’idea però è stata accolta in maniera tutt’altro che positiva dai consiglieri comunali, compresi quelli di maggioranza, con Salvo Cavarra capogruppo di «Amarla per cambiarla» che ne chiede addirittura il ritiro. «I tempi non vanno accelerati - ha dichiarato Cavarra -. Questo provvedimento così com’è scritto farebbe tornare la città indietro di 20 anni con il centro storico pieno di gazebo e tavolini. Non si può celare la possibilità di avere suolo pubblico senza limiti a fronte della possibilità di fare musica dal vivo. Il regolamento va ritirato e riscritto». I commercianti che vorranno aderire a «Caffè concerto» dovranno garantire l’organizzazione di almeno sedici eventi con una sorta di regia dell’amministrazione sulla qualità e sui giorni in cui saranno allestite le iniziative. Il provvedimento prevede l’abbattimento del costo della «Cosap» per gli spettacoli organizzati in Ortigia, nella zona Umbertina e alla Borgata.


IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook