Controlli su cibo e suolo pubblico: 4 sanzioni in Ortigia

ORTIGIA. Un ristoratore di Ortigia aveva esposto per i clienti del suo locale del pesce fresco. Solo che non se ne conosceva la provenienza, come lui stesso ha ammesso agli agenti della polizia municipale ed ai carabinieri della stazione di Ortigia che si sono presentati nella sua attività commerciale per un controllo.

Non è stato il solo a ricevere la visita degli investigatori che, in un’unica giornata, hanno passato al setaccio 4 pubblici esercizi, compreso quel ristorante. Sono state riscontrate irregolarità di ogni tipo, dall’occupazione abusiva del suolo pubblico fino alla tracciabilità del cibo ed in soldoni queste violazioni ammontano a 5 mila euro. I trasgressori dovranno mettere mano al portafogli per non vedere compromessa la propria attività, tra cui il gestore di un bar, ricavato nel cuore del centro storico. Nel corso degli accertamenti, gli agenti della polizia municipale ed i carabinieri hanno scoperto che il locale è dotato di una cucina. Niente di male, il problema è che per averla e soprattutto utilizzarla occorre un’autorizzazione, che il titolare del bar non aveva, almeno non risulta agli investigatori. Forniva ai suoi clienti, prevalentemente turisti, dei pasti più o meno caldi, e questo servizio gli avrebbe consentito di ”reclutare” altri visitatori. Insomma, si sarebbe fatto una certa fama che sarebbe giunta anche al comando della polizia municipale. Gli agenti, insieme ai militari della stazione di Ortigia, oltre a presentargli il conto, hanno invitato il gestore a mettersi in regola. Si è, così, conclusa, la prima parte dei controlli, ma nei prossimi giorni proseguiranno e naturalmente interesseranno gli altri bar, ristoranti e pizzerie del centro storico, che, in questo momento, stanno vivendo un momento positivo: la primavera, arricchita da eventi culturali come le rappresentazioni classiche al Teatro greco, organizzate dalla fondazione Inda, ha portato in città numerosi turisti che stanno affollando l’antica isola. Polizia municipale e carabinieri della stazione di Ortigia hanno messo a punto un piano per la tutela della salute dei consumatori che fa seguito a quello già avviato appena due mesi fa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X