Siracusa, Archivio

«Picchia la moglie per gelosia», a Siracusa scatta l’arresto per un bracciante

SIRACUSA. Era geloso della propria moglie, forse pensava che non le rivolgesse tutte le sue attenzioni. L’ha picchiata, costringendola a recarsi al pronto soccorso dell’ospedale di Avola dove le sono state diagnosticate ferite giudicate guaribili in dieci giorni. La ricostruzione della vittima, una ventiquattrenne, ha permesso ai carabinieri di arrestare il marito, Abdelehaki Khaled, 42 anni, originario della Tunisia, bracciante agricolo, che vive insieme alla giovane moglie, una sua connazionale, a Cassibile. Tra i due il rapporto sarebbe stato piuttosto turbolento, specie negli ultimi tempi, per via delle intemperanze del quarantaduenne, che, in diverse circostanze, avrebbe perso le staffe, causando alla donna stati d’ansia oltre che dolore fisico. L’ultimo episodio è avvenuto nella loro abitazione, quando il bracciante agricolo avrebbe scaricato nei confronti della ventiquattrenne diverse accuse. Il clima, in casa, si sarebbe surriscaldato, fino a quando l’uomo si è avventato contro la vittima nonostante fosse vicina la figlia di appena due anni. La piccola si sarebbe spaventata vedendo quella scena, poi la donna, in qualche modo, è riuscita a divincolarsi dalla morsa del presunto aggressore. Se ne è andata in ospedale e qui sarebbe stata sentita dai militari della stazione di Cassibile, al comando del maresciallo, Corrado Lupo, che, a fatica, le hanno strappato la verità. Si sono diretti nel loro appartamento ed hanno notato che sul pavimento c’erano dei cocci, scagliati probabilmente dal tunisino nei confronti della moglie. Non era in casa l’uomo ma le ricerche si sono concluse poco dopo, perchè è stato rintracciato ed accompagnato nella caserma dei carabinieri dove è stato sottoposto ad un interrogatorio. È stato arrestato: dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamenti in famiglia e stalking ma la Procura non ha disposto il trasferimento in carcere. Si trova ai domiciliari ma a Pachino nell’appartamento di un parente, molto distante da casa sua dove è tornata la moglie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati