Recupero della biblioteca di Lentini, gara d’appalto: lavori da 2 milioni

Siracusa, Archivio

LENTINI. Il comune di Lentini ha approvato il progetto esecutivo per i lavori di recupero e consolidamento della Biblioteca comunale di Lentini. Il progetto, il cui finanziamento ammonta a quasi due milioni di euro, è stato inserito tra le priorità del Dipartimento regionale della Protezione civile e elaborato dai tecnici incaricati dalla Regione Salvatore Ignaccolo, Salvatore Portonera e Davide La Grassa. Quest'ultimo ha provveduto al progetto di adeguamento della struttura di via Aspromonte sotto l'aspetto della sicurezza. L'amministrazione comunale guidata da Alfio Mangiameli ha approvato tutto l'iter burocratico che sarà inviato al Dipartimento e al Presidente della Regione per la firma del decreto di finanziamento.

La Biblioteca comunale "Riccardo da Lentini" venne istituita dal consiglio comunale nel luglio del 1957 a conclusione di una intensa attività del centro studi "Notaro Jacopo", luogo di aggregazione culturale nella Lentini di quegli anni. Si volle ricostruire la memoria del travagliato passato del patrimonio librario e delle vicissitudini della antica biblioteca. Poiché una biblioteca a Lentini era già esistita, fondata il 15 settembre del 1868 con libri posseduti dalle biblioteche ecclesiastiche.
Adesso la biblioteca fa parte del sistema bibliotecario regionale. Il patrimonio librario ammonta a 28.675 unità tra libri, pubblicazioni periodiche e libri di un certo valore storico. "Abbiamo approvato il progetto definitivo e le ultime modifiche - ha detto il sindaco Alfio Mangiameli - e invieremo la delibera al Dipartimento per ottenere il decreto di finanziamento, già previsto tra i progetti inseriti a finanziamento. Si tratta dell'ultimo passaggio prima dell'appalto. Il recupero e il consolidamento della Biblioteca comunale permetterà di restituire una struttura, che ospita un patrimonio librario e storico di tutto rispetto". "Quando inizieranno i lavori - ha aggiunto l'assessore alla Cultura Nuccia Tronco - il patrimonio librario verrà trasferito in una sede provvisoria. Il progetto prevede il recupero dell'intera struttura storica di via Aspromonte con la realizzazione di locali moderni e adeguati alle esigenze degli territorio e degli utenti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X