Siracusa, Archivio

Avola, canale di gronda intasato: allarme a Zacchita

AVOLA. Un'opera pubblica, quella del canale di gronda, costruita per convogliare verso il mare le acque piovane che scendono dalla zona montana, evitando in questo modo l'allagamento della città o parte di essa durante le grandi piogge non solo invernali come periodicamente succede nella zona di Avola. A segnalare nei giorni scorsi il contesto ambientale difficile e pericoloso in cui vivono tutto l'anno, sono state le oltre dieci famiglie di contrada "Zacchita", la cui zona abitativa, attraversata da una parte del "canalone" di gronda, negli ultimi mesi è diventata letteralmente invivibile. Dalla segnalazione dei cittadini della contrada sono stati alcuni componenti del direttivo del Circolo del Pd di Avola ad interessarsi del problema, compreso il segretario politico del partito Corrado Santuccio, i quali hanno effettuato un sopralluogo nella zona, segnalando adesso quella che a prima vista appare come un vero pericolo per l'incolumità pubblica in caso di forte piogge alluvionali.

"Nel corso del nostro sopralluogo, - dice il segretario del Pd Santuccio- il letto che dovrebbe convogliare le acque piovane a mare è letteralmente sopraffatto da ogni tipo di vegetazione: dai rovi alle canne, dall'erbaccia fino a veri e propri alberi da fusto. Lo stesso fenomeno ambientale si riscontra nella zona delle vasche di accumulo e, peggio ancora, all'imbocco dei cataletti che portano l'acqua direttamente a mare. Questa vegetazione dominante, frutto di mancati interventi negli anni, - dice ancora Santuccio sulla problematica riscontrata nel canale di gronda,- diventa in estate il luogo ideale dover animali di ogni genere si rifugiano e riproducono, oltre a rappresentare un potenziale pericolo in caso di incendio. Tuttavia, il problema dell'invasione della vegetazione del canale di gronda diventa davvero inquietante in inverno, quando la vegetazione impedisce il corretto deflusso delle acque piovane, con il conseguente ingrossamento del corso d'acqua che spesso rompe gli argini e arriva fin sulla strada, con i residenti che vivono nel terrore di essere sommersi da un vero e proprio fiume in piena”.

Da qui l'appello dell'esponente politico: "Considerato lo stato di abbandono in cui versa l'area, nonché il pericolo a cui sono costantemente esposti questi nostri concittadini, invitiamo l'amministrazione a provvedere rapidamente con un intervento straordinario che metta in sicurezza il canale di gronda e ridia serenità all'intera città. Infatti, un canale sicuro e perfettamente funzionante è una priorità per la sicurezza di tutti gli avolesi."

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati