Via Regia Corte a Siracusa, capanne e rifugi nel parco

Resta nel degrado l’area di via Regia Corte. Il consigliere Salvo: «Indispensabili interventi di riqualificazione». Il Comune: «Prevista la pulizia della zona»

Siracusa, Archivio

SIRACUSA. È un’area archeologica e doveva diventare anche un parco per i bambini. Si è trasformata, invece, e da anni ormai, non solo in una zona invasa dalle sterpaglie e dai rifiuti ma anche, da qualche tempo, in una sorta di dormitorio per senzatetto. Al Comune è stata proposta la realizzazione del «Giardino Mario Francese», in memoria del giornalista ucciso dalla mafia nel gennaio del 1979, ma fino a questo momento, l’area a verde di via Regia Corte continua a rimanere solo un simbolo di abbandono e degrado. Proprio di fronte la zona si trova l’istituto comprensivo Elio Vittorini con i ragazzi che sfilano tutti i giorni di fronte alle erbacce e alle sterpaglie. Da qualche tempo, poi, sono apparse all’interno dell’area delle ”capanne” fatte con i cartoni con senzatetto che hanno pensato bene di creare una sorta di rifugio nascosto tra le erbacce.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati