Cattedrale di Noto, dopo 18 anni il cantiere è chiuso

NOTO. Ora è veramente libera da transenne e ponteggi. In tutti i suoi angoli. La Basilica Cattedrale intitolata a san Nicolò non è più un cantiere. Lo è stata per più di diciotto anni. Oggi è un monumento di fede, ma anche di pura arte pronto a essere consegnato agli amanti del bello, ai numerosissimi viaggiatori che già da qualche giorno hanno scelto di visitare il duomo che espone la sua galleria d'arte moderna. Ultimato l'adeguamento cromatico della navata centrale e la sistemazione delle luci artistiche (a seguito del completamento degli affreschi), in uno alla posa in opera dei due stemmi in marmo, sotto l'arco presbiteriale a pochi metri dall'altare maggiore, dei vescovi Giuseppe Malandrino (era a capo della Chiesa netina quando la Cattedrale fu inaugurata il 18 giugno del 2007) e dell'attuale Antonio Staglianò, il massimo edificio religioso della città si offre ai visitatori.
"È un momento atteso da tanti anni", è il primo commosso commento del Rup, l'ingegnere Antonino Castiglione, responsabile del procedimento unico.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati