Impianti sportivi, canoni arretrati non riscossi a Siracusa

Siracusa, Archivio

SIRACUSA. «L'amministrazione deve riscuotere i canoni dalle società morose». Nella seduta che ha portato il consiglio comunale ad approvare il regolamento del campo scuola, con l'introduzione della tessera per l'ingresso all'impianto, è stata Simona Princiotta del Pd ad accendere ancora una volta i riflettori sulla gestione economica della struttura di via Augusto. «Nonostante ci fossero società morose - ha dichiarato Princiotta - abbiamo comunque rinnovato gli affidamenti. È stata chiesta la rateizzazione che è stata accordata, adesso non sono state pagate le rate e quindi ritengo sia arrivato il momento per il Comune di riscuotere il canone». L'esponente del Pd ha poi ribadito che il regolamento ”è una svolta che consentirà finalmente di avere delle regole per la gestione dell'impianto sportivo. Speriamo dia una svolta alle vecchie abitudini ed eviti che la gestione finisca ai soliti noti”.

La novità principale del regolamento, così come proposto da Stefania Salvo del Pd e da tutta la commissione Regolamento, è stata l'introduzione della tessera per l'ingresso al «Pippo Di Natale». Una soluzione avanzata per consentire all'amministrazione di censire chi usufruisce della struttura. Sulla vicenda è intervenuto anche Salvo Castagnino di «Siracusa protagonista» che ha chiesto misure drastiche per chi danneggia le strutture presenti all'interno del «Di Natale». «Chi danneggia l'impianto - ha detto Castagnino - deve essere in un primo momento sospeso dall'ingresso per un mese. In caso di ulteriori episodi va impedito l'ingresso per dieci anni, con l'aggiunta di una sanzione».

Per Roberto Di Mauro di Forza Italia ”con questo regolamento finalmente sono state stabilite regole certe per l'utilizzo dell'impianto”. L'esponente di Forza Italia, però, ha espresso perplessità sui fondi spesi per la struttura. «Spero - ha dichiarato Di Mauro - che sia stato tutto concordato con la Provincia perché non vorrei che ancora una volta il Comune abbia speso soldi senza poi ottenere il 50 per cento dall'ente di via Roma. Mi chiedo poi per quale ragione ci sia tutta questa attenzione sugli impianti sportivi con tutti i problemi che ci sono in città». In aula è poi intervenuta anche Carmen Castelluccio del Pd e presidente della commissione Sport. «Gli introiti che deriveranno dall'utilizzo della struttura - ha dichiarato Castelluccio - dovranno essere utilizzati esclusivamente per il miglioramento della struttura. Questo è un passaggio fondamentale». In consiglio è intervenuto anche l'assessore comunale allo Sport Maria Grazia Cavarra che ha sottolineato come ”l'elaborazione del regolamento sul campo scuola ha ottenuto il consenso di tutto il mondo sportivo e scolastico, compreso il Coni con il quale c'è stato un confronto”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook