Lotta all’abusivismo a Siracusa, blitz contro ambulanti e parcheggiatori

Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Non avevano alcuna autorizzazione ma lavoravano lo stesso come parcheggiatori. E come quartier generale avevano scelto delle zone ”calde”, molto gettonate dai turisti: via Ettore Romagnoli e via Augusta, ad un passo dall’ingresso del parco archeologico, un altro, invece, aveva messo radici un po’ più la, nell’area di piazza San Giovanni dove, in piena mattinata, scoprire un tesoro è più semplice che trovare un posto. Tre parcheggiatori abusivi sono stati cosi allontanati e sanzionati al termine di un’operazione di bonifica compiuta dagli agenti della polizia municipale e dai carabinieri del Nucleo radiomobile, che hanno organizzato una squadra, composta da 5 agenti e da altrettanti militari.
Per ciascuno dei tre parcheggiatori è scattata una multa pari a 176 euro. Non si aspettavano la visita delle forze dell’ordine, che, da giorni, avevano messo nel mirino quei tre. Lavoravano in regime di monopolio e ad ogni automobilista avrebbero imposto una tariffa fino a due euro. Il loro atteggiamento scoraggiava qualsiasi tipo di rifiuto ma, alla fine, le segnalazioni e le proteste hanno avuto l’effetto di fare intervenire le forze dell’ordine. Il piano è stato concordato dal comando della polizia municipale, composto da Enzo Miccoli e Rino Tona, e dal tenente dei carabinieri, Alberto Calabria. Ma i controlli si sono estesi pure al centro storico, in particolare è stato impresso un giro di vite agli ambulanti, per la vendita di gadget e palloncini, a Largo XXV Luglio, ai piedi di corso Matteotti, nell’area del tempio di Apollo.
Al servizio hanno preso parte i carabinieri della stazione di Ortigia, agli ordini del maresciallo Santo Parisi, insediatosi da poco meno di un mese nella caserma di piazza San Giuseppe. Sono stati presi di mira 5 persone, tra cui 4 originari del Bangladesh ed un italiano. Avevano con se le licenze di ambulanti ma sono stati sanzionati dagli investigatori per occupazione di suolo pubblico e così per tutti loro è tempo di mettere mano al portafogli. Si tratta, comunque, di una prima ondata di verifiche, sia per i parcheggiatori abusivi sia per gli ambulanti.
I primi, in particolare, sono assai presenti nel centro storico, spalmati tra Belvedere San Giacomo, Riva Nazario Sauro, alle spalle dell’ex palazzo delle Poste, ed ancora nella zona dei Calafatari: punti strategici per gli automobilisti in cerca di un posto per il proprio mezzo. La task force, composta da polizia municipale e carabinieri, non ha, infatti, concluso la sua attività contro l’abusivismo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook