Pachino, l'allarme degli agricoltori: "Taroccano il nostro pomodoro"

PACHINO. La "minaccia" dei prodotti taroccati, il fondo di rotazione e la situazione debitoria che sta stritolando la maggior parte delle aziende agricole. Di questo si è parlato ieri mattina durante un convegno che si è svolto nella struttura dell'ex palmento Di Rudinì a Marzamemi, organizzato dall'amministrazione comunale e da Unicoop. Per il Comune erano presenti il sindaco, Paolo Bonaiuto, e gli assessori Patrizia Tossani e Nino Augugliaro, mentre per Unicoop c'erano il presidente regionale, Felice Coppolino, quello provinciale, Maria Teresa Ciulla e Franco Urso. Diversi sono stati gli agricoltori a sollevare l'allarme legato al tentativo di taroccare il pomodoro: ci sarebbe il rischio che prodotti provenienti dall'Africa potrebbe finire per essere venduti a marchio di qualità. Ma l'aspetto che preoccupa di più è la situazione debitoria delicata che stanno attraversando tutti i piccoli e medi imprenditori agricoli.
"Un periodo nero - ha raccontato Aldo Beninato, presidente di Asser, l'Associazione dei serricoltori di Pachino e Portopalo -, che minaccia di fare chiudere baracca ad una grossa percentuale di aziende a conduzione familiare". E per fare "respirare" i piccoli agricoltori, proprio l'Asser ha chiesto l'istituzione di un fondo di rotazione che sarà attivato grazie all'utilizzo della somma di 200 mila euro, destinata già dall'amministrazione al comparto agricolo. Lo scorso mese, infatti, è stato firmato ieri mattina al palazzo municipale di via XXV Luglio il protocollo d'intesa tra l'amministrazione comunale e il coordinamento Confidi di Siracusa: 200 mila euro che faranno rifiatare le piccole imprese agricole grazie ad una maggiore possibilità di accesso al credito. La somma servirà per una garanzia complessiva tra Comune e consorzio fidi che arriva al massimo all'80 per cento, e il finanziamento erogato sarà di 25 mila euro con un massimo di rateizzazione di 5 anni. "Da tempo ci stiamo battendo per il fondo - ha detto Beninato -, e siamo riusciti ad ottenerlo. Mi spiace per la scarsa partecipazione degli agricoltori ma sabato è un giorno sbagliato per fare un convegno di tale importanza".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati