Controlli a ristoranti e pub a Siracusa: sanzioni per 4 locali

SIRACUSA. Sono quattro i locali, tra cui ristoranti e pub nella zona di via Malta, che sono stati sanzionati al termine dei controlli compiuti dagli agenti della polizia municipale. Multe assai salate, considerato che gli investigatori hanno spiccato sanzioni per un importo complessivo di 6 mila euro. Andando a spulciare le singole infrazioni, è emerso che il gestore di un locale non aveva nei suoi cassetti un’autorizzazione assolutamente necessaria per la sua azienda: la «Scia», segnalazione certificata di inizio attività, cioè la dichiarazione che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva. Quando gli agenti della polizia municipale hanno chiesto di poterla esaminare, il titolare è quasi cascato dalle nuvole ma questa dimenticanza se la ricorderà bene. Per lui scatterà una multa severa, che sfiora il tetto dei 5 mila euro, mentre è andata decisamente meglio agli altri suoi colleghi, riconosciuti responsabili di violazioni di minore entità.

Il proprietario di un locale notturno, secondo i calcoli compiuti dai vigili urbani, si era allargato un po’ troppo, occupando una porzione di suolo pubblico decisamente superiore a quella indicata. Dunque, dovrà ridimensionarsi e liberare dal marciapiede sedie e locali, messi a disposizione per i suoi clienti, oltre a pagare la sanzione. Si tratta della seconda ondata di controlli organizzati dalla polizia municipale, come disposto dal comandante Enzo Miccoli e dal vice Rino Tona, per colpire chi viola le regole. Appena una settimana fa, gli investigatori hanno visitato due locali, ricavati nella zona umbertina, riscontrando delle irregolarità, in particolare una pizzeria si era ”spalmata” sul suolo pubblico, contravvenendo alle norme previste dalla legge.

Le verifiche nei 4 locali finiti sotto la lente di ingrandimento dei vigili urbani hanno riguardato anche l’aspetto sanitario, infatti alle ispezioni ha preso parte il personale dell’Asp, ma, secondo alcuni fonti investigative, non ci sarebbero situazioni gravi o di pericolo per la salute dei consumatori. Una buona notizia per i clienti dei locali e per gli stessi gestori, che non incorreranno nelle sanzioni, piuttosto salate, o peggio nella chiusura dell’attività commerciale, che, in questo caso, sarebbe disposta dal sindaco. Nei prossimi giorni, ci saranno nuove verifiche che dovrebbero interessare, in particolare, i locali ricavati nel cuore del centro storico dove ci sono decine di pizzerie, ristoranti e pub. La polizia municipale sta mettendo gli occhi sulle attività dove si organizzano serate musicali, in passato finite al centro di numerose polemiche, spesso sollevate dai residenti di Ortigia che, nei fine settimana, assicurano di non riuscire a chiudere occhio per via dei decibel troppo alti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X